Cenone di Capodanno
Cosa cucinare

News 28 mag 2019

Le festività natalizie si stanno avvicinando e il Cenone di Capodanno incombe. Come ogni anno si sprecano idee, ricette e consigli. Anche noi vogliamo provare a dirvi la nostra provando a inserire un po’ di Umbria e un po’ di Sardegna.

Idee per un menu del Cenone di Capodanno

Per l’antipasto o l’aperitivo se preferite iniziare prima, non possono mancare la torta al testo, da farcire come preferite, magari provando anche qualche accostamento azzardato (da provare sempre prima di offrilo agli ospiti) e la bottarga di muggine da tagliare a fette e unire al burro per un antipasto sfizioso.
Ovviamente nel vostro antipasto non possono mancare i formaggi sardi e i salumi di Norcia e dell’Umbria più in generale, gustosi e golosi.

Per quanto riguarda i primi piatti sia l’Umbria che la Sardegna offrono moltissime idee a partire dalle famose Penne alla Norcina fino ad arrivare ai tipici Culurgiones sardi che hanno una storia molto affascinante. I “culurgiones” infatti, parola sarda che può essere tradotta come “raviolo” sono tipici della zona del centro e vengono considerati un ringraziamento, un dono. Seguendo la tradizione dovrebbero essere cucinati e regalati dopo il raccolto, la loro tipica chiusura chiamata “sa spighitta” ha proprio un valore simbolico per propiziare la nuova annata.

Un piatto tipico umbro da tenere a mente che non può essere classificato fra i primi ma nemmeno fra i secondo, in quanto da tradizione sarebbe un piatto unico, è l’impastoiata. Si tratta di un piatto povero che solitamente veniva accompagnata da fagioli e pomodoro. È un piatto completo e molto ricco di sapori e di calorie, se volete inserirlo nel vostro menu tradizionale vi consigliamo servirlo in piccole porzioni collegato agli antipasti.

Passando ai secondi dalla tradizione sarda se volete stupire i vostri ospiti non possono mancare le “ispinadas”, se volete ricordano i più famosi arrosticini di pecora ma si tratta in realtà di spiedi su cui si infilano piccoli bocconi di carne di pecora alternando i più grassi ai più magri. Volendo fare un mix di culture potreste accompagnare le ispinadas.

Dalla tradizione umbra invece, sempre per stupire i vostri ospiti vi consigliamo di provare il “Friccò all’Eugubina”, si tratta di una specie di spezzatino cucinato solo nella zona di Gubbio ma con moltissime varianti, una specialità da leccarsi le dita…

Come accompagnamento perché non pensare alle famose lenticchie di Castelluccio o alla fagiolina del Trasimeno?!

Non conoscete le ricette? Non avete voglia di cucinare?
Lasciate perdere tutto e venite a provare i piatti della tradizione sarda e umbra direttamente da noi!

+39 075 803 8565
ristorante@pantarhei.it
43.0973597,12.5310452
Via Dei Pini 8, 06081 Petrignano (PG)
Mercoledì chiuso
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
ristorante@pantarhei.it